Video intervista a Danusha Waskiewicz - prima viola


In questa intervista Danusha Waskiewicz ripercorre la sua vita di musicista, dalle orchestre giovanili, al primo incontro con Claudio Abbado nella Mahler Jugendorchester, all’esperienza dell’Orchestra Mozart. Un'intervista molto toccante, in cui emerge con naturalezza l’unicità dell’OM: una compagine che condivide un modo di fare musica basato sull’ascolto, sul “fare un passo indietro” per armonizzarsi, per sentire gli altri, per dare a tutto più corpo. La stessa viola è vista da Danusha come un modo per sperimentare, per continuare a studiare: spostare un equilibrio, suonare di più o di meno, unire i “colori” della musica per creare qualcosa di unico, e capace di sopravvivere nel tempo. Che questo sia possibile nella musica, forse l’arte più effimera, è uno dei tratti più preziosi di questa testimonianza.

Come otterrai il file?

Se decidi di donare via PayPal, non appena effettuerai la donazione ti arriverà una mail con un link e una password grazie ai quali potrai scaricare il video.

Se decidi di donare via bonifico bancario, riceverai una mail con tutti i dati per effettuare la donazione. Una volta che il bonifico ci risulterà effettuato ti arriverà una mail con un link e una password grazie ai quali potrai scaricare il video.

“Ciò che è dentro una partitura, dentro una persona, è già abbastanza; devi solo saperlo leggere”.



Ascolta l'OM su Spotify